Effetti collaterali di estratto di semi di mucuna

Reazioni allergiche

L’estratto di semi di Mucuna viene ottenuto da Mucuna pruriens, più comunemente noto come vhaca. Il termine “seme” è un po ‘fuorviante, poiché il frutto di questa leguminosa arrampicata è in realtà i baccelli di fagioli e il cosiddetto estratto di semi è derivato dai peli che circondano i baccelli. L’estratto di semi di Mucuna è tradizionalmente utilizzato nella medicina ayurvedica come un trattamento per la malattia di Parkinson. Questa terapia può avere merito perché la pianta contiene levodopa, il farmaco di prescrizione primario per il Parkinson. Tuttavia, ci sono diversi effetti collaterali coinvolti pure.

Effetti vascolari

Le persone con una sensibilità nota a Mucuna pruriens non dovrebbero usare l’estratto di semi di mucuna. I peli dei peli, da cui viene prodotto l’estratto, contengono histamine e possono innescare una reazione allergica.

Effetti del glucosio

Secondo il “Reference Desk Desk” per i medicinali a base di erbe, “l’estratto di mucuna contiene un principio attivo chiamato prurieninina, che è stato dimostrato di ridurre le contrazioni muscolari lisce nelle rane. Di conseguenza, la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna sono diminuiti. Sebbene non sia ancora accertato se questi effetti si verificano anche nell’uomo, esiste il potenziale di composti in questo estratto per accelerare l’attività dei farmaci anticoagulanti o dei diluenti del sangue. Inoltre, se stai assumendo inibitori della monoammina ossidasi o MAOI, il contenuto di levodopa nell’estratto di sementi può aumentare il rischio di sviluppare l’alta pressione sanguigna.

Chimica alterata del cervello

Un team di ricercatori indiani guidato da Anusha Bhaskar ha riportato nel numero di Fitoterapia del dicembre 2008 che l’estratto di semi di mucuna produce un effetto ipoglicemizzante nei ratti indotti dal diabete. Mentre questo suggerisce che l’estratto possa avere un uso futuro nel trattamento dell’iperglicemia negli esseri umani, non dovrebbe essere usato se si dispone del diabete fino a quando non si sa più circa l’azione di questa sostanza. La presenza di levodopa in particolare può rappresentare un rischio sostanziale per i diabetici. Secondo il database di informazioni sulla droga on-line a Drugs.com, levodopa può causare false letture da test di glucosio o di chetoni di urina.

Levodopa è un precursore della dopamina, un neurotrasmettitore e un ormone prodotto dai neuroni nella regione del cervello chiamato substantia nigra. Questa chimica cerebrale è coinvolta nel regolare il movimento, la risposta emozionale e la percezione del dolore e del piacere. Nei pazienti di Parkinson, i neuroni responsabili della fabbricazione della sostanza chimica lentamente deteriorano, il che porta ad una carenza di dopamina. La somministrazione di levodopa può aiutare questi pazienti. Tuttavia, alcuni altri individui che prendono estratto di semi di mucuna hanno meno probabilità di sperimentare una risposta “sentirsi bene”. Ad esempio, se sta prendendo antidepressivi triciclici, si possono sviluppare movimenti muscolari involontari. Secondo un articolo del 1990 pubblicato in Lancet, l’estratto di semi di mucuna può causare la psicosi tossica nei pazienti con schizofrenia. Pertanto, se si prendono antidepressivi drenaggi, farmaci anti-ansia o inibitori della ricaptazione della dopamina, non utilizzare estratto di semi di mucuna.