Effetti collaterali di aspirazione grave di meconi

L’aspirazione di meconium è una complicazione comune del parto in un neonato. Meconium è il primo sgabello passato da un neonato, è verde scuro, molto appiccicoso e spessa. Se un bambino è stressato in utero, anche per un breve periodo, il meconium può essere passato nel liquido amniotico che circonda il bambino. Se il bambino prende un respiro prima della nascita, il meconium può essere risucchiato nei polmoni.

L’aspirazione di meconium avviene in circa il 15 per cento delle consegne, e in oltre il 90 per cento dei casi i sintomi durano solo brevemente. Un bambino che inalizza il meconium può avere distress respiratorio transitorio, con respirazione rapida o lenta, bruciore nasale, grunting, cianosi (una tonalità bluastro alla pelle che indica un basso livello di ossigeno) o nessun sforzo respiratorio. Il bambino può essere inizialmente floppy, con tono muscolare scarso, o limp. La maggior parte dei bambini rispondono bene alla terapia di ossigeno iniziale e non richiede più di una somministrazione di ossigeno a breve termine, ma un piccolo progresso nella sindrome di aspirazione da meconi, o MAS.

MAS è una complicazione pericolosa per l’aspirazione del meconium e richiede una rapida assistenza da parte di neonatologi esperti. I segni della sindrome di aspirazione del meconium sono piccoli e grandi bloccaggi delle vie aeree, edema e infiammazione nei polmoni, polmoni collassati e infiltrati sui raggi X del petto e un aspetto “dal barile del barile” dall’aria intrappolata. La polmonite di aspirazione può svilupparsi e ha bisogno di un trattamento di ventilatori. MAS può anche causare ipertensione polmonare persistente (PPH) che porta alla circolazione fetale persistente (PFC). PPH è causato da una forte pressione nell’arteria polmonare, il vascello sanguigno che porta ai polmoni. La vasocostrizione dell’arteria può essere causata da acidosi respiratoria causata da bassi livelli di ossigeno. Poiché la pressione è alta nell’arteria polmonare, il sangue scorre attraverso l’area di minore resistenza e bypasses i polmoni. Ciò porta alla circolazione fetale di persistenza, o PFC. PFC significa che il flusso sanguigno sta ancora viaggiando attraverso il cuore in un modello fetale, che, perché l’ossigeno viene fornito attraverso il cordone ombelicale anziché attraverso i polmoni, bypassa i polmoni e viene shunted attraverso Il brevetto (aperto) ductus arteriosus da un lato del cuore all’altro. Dopo la nascita, il ductus arteriosus normalmente si chiude e l’ossigeno entra nel flusso sanguigno attraverso i polmoni. Nei neonati con PFC, il ductus arteriosus rimane aperto e il sangue è deviato da un lato del cuore all’altro senza essere adeguatamente ossigenato. Il PFC provoca una grave mancanza di ossigenazione; PPH e PFC richiedono un trattamento sofisticato di neonatologia. Alcuni dei trattamenti usati per trattare PPH e PFC sono la ventilazione meccanica, con un tubo di respirazione, la somministrazione di ossido nitrico, un farmaco che rilassa i vasi sanguigni e migliora il flusso sanguigno nei polmoni o l’ossigenazione extracorporea della membrana (ECMO). ECMO funziona in modo simile a una macchina a bypass polmonare a cuore, permette che il sangue venga ossigenato al di fuori del corpo e poi restituito.

Circa il 10 per cento dei bambini che sviluppano MAS non sopravvivono. Il danno cerebrale dalla mancanza di ossigeno è un possibile effetto collaterale a lungo termine. I bambini che sopravvivono al MAS possono avere più probabilità di sviluppare l’asma.

Panoramica

Effetti secondari iniziali

Effetti collaterali gravi

Effetti collaterali a lungo termine