Cellule specializzate nel sistema scheletrico

Panoramica

Lo scheletro umano è composto principalmente da una sostanza chiamata ossa, e ci sono principalmente quattro tipi di cellule che costituiscono l’osso. Queste sono le cellule di osteoprogenitor, osteoblasti, osteoclasti e osteociti. I loro nomi cominciano con il prefisso “osteo”, che è la parola greca per “ossa”.

Cellule osteoprogenitarie

Queste sono cellule immaturi che si trovano principalmente nel midollo osseo e nel periostato (membrana che allinea la superficie di tutte le ossa). Si maturano negli osteoblasti, un altro tipo di cellule ossee.

Cellule osteoblastiche

Queste sono le cellule ossee che sono principalmente responsabili della formazione dell’osso. Hanno solo un nucleo e sono derivate da cellule osteoprogenitor. Funzionano mediante la secrezione di una sostanza chiamata osteoide, nota anche come la matrice ossea. Questa sostanza viene quindi mineralizzata con sostanze come il calcio e il fosfato, che forma la sostanza che conosciamo come osso. Quando un gruppo di osteoblasti è finito di formare l’osso, si appiattiscono e allineano la superficie dell’osso. D’ora in poi sono conosciuti come “cellule di rivestimento”, e il loro compito è quello di regolare il passaggio di minerali, come il calcio, dentro e fuori dell’osso. Essi funzionano anche secretendo proteine ​​che regolano le cellule osteoclastiche.

Cellule osteoclastiche

Queste sono le cellule che sono principalmente responsabili della dissoluzione del tessuto osseo, noto anche come riassorbimento. Essi non derivano da cellule osteoprogenitor; invece, le cellule del sangue bianco che normalmente hanno funzione del sistema immunitario (monociti) si fondono insieme per creare gli osteoclasti. Di conseguenza, sono abbastanza grandi, con nuclei multipli, e si trovano nell’endosteo (membrana che allinea la cavità interna dell’osso dove risiede il midollo osseo).

osteociti

Questi possono essere riconosciuti dal loro aspetto tipico a forma di stella e sono osteoblasti maturi che non secernono la matrice ossea osteoide, ma sono circondati da esso. Essi hanno lunghe filiali che si protendono dal corpo cellulare e comunicano con gli osteociti vicini e svolgono un ruolo importante nel mantenere i livelli di calcio nei fluidi corporei. Lo fanno regolando il processo di formazione e / o riassorbimento dell’osso, poiché l’osso è il serbatoio primario del calcio del corpo, finiscono per controllare il rilascio / immagazzinamento del calcio nel flusso sanguigno.