Strutture del sistema riproduttivo femminile

Mons Veneris

Il sistema riproduttivo femminile distingue le donne dagli uomini. A causa di questi organi, il corpo femminile ha la capacità di produrre un uovo, sviluppare un feto e nutrire un bambino. Gli organi riproduttivi femminili si trovano all’interno della cavità pelvica e includono strutture interne ed esterne. Le strutture esterne includono mons veneris, labia majora, labia minora e clitoride. Le strutture esterne collettivamente sono chiamate vulva. Le strutture interne includono vagina, utero, ovaie, tubi fallopiani e seni.

Labia Minora e Labia Majora

Conosciuta anche come area pubica, il mons veneris è la zona morbida e imbottita di tessuto sopra la vulva coperta dai peli pubici.

Clitoride

La labia minora e la majora sono le pieghe della pelle che circondano l’apertura vaginale. La loro funzione è proteggere l’apertura vaginale, il clitoride e l’apertura uretrale (che porta alla vescica).

Vagina

Il clitoride è una piccola struttura a forma di palla sopra l’apertura vaginale, parzialmente nascosta dietro la labia minora. Il clitoride è altamente sensibile e, quando suscitato, può produrre un orgasmo.

Utero e Cervice

La vagina è una cavità interna del corpo che si estende dall’apertura della vulva all’utero. È modellata come un tubo e di solito crollato, con le pareti vaginali toccanti. È anche conosciuto come il canale di nascita.

L’utero è un muscolo a forma di pera. La sua funzione primaria è quella di ospitare un feto in via di sviluppo durante la gravidanza. Se non vi è gravidanza, la fodera dell’utero getta, causando la donna ad avere il suo periodo. Il collo dell’utero è chiamato la cervice, che si trova nella parte posteriore della vagina. Quando viene eseguito uno strato di pap, le cellule vengono prelevate dalla cervice. Nel mezzo della cervice è una piccola apertura, che porta nell’utero. Questa apertura consente al sangue mestruale di scorrere dall’utero e lo sperma di migrare nell’utero e dilatarsi fino a 10 cm alla fine di una gravidanza per consentire la nascita di un bambino.

Le ovaie sono strutture a mandorla. Ci sono due, uno su ogni lato dell’utero. La funzione primaria delle ovaie è quella di sviluppare e rilasciare un uovo maturo per la fertilizzazione potenziale. Esse rilasciano anche estrogeni e progesterone, che sono gli ormoni principali coinvolti nel ciclo mestruale.

I tubi fallopiani si estendono dall’estremità superiore dell’utero da entrambi i lati verso le ovaie. Hanno proiezioni come le dita che spazzano l’uovo rilasciato dall’ovaio, permettendogli di entrare nell’utero. La fertilizzazione (quando l’uovo e lo sperma si incontrano) si verificano nei tubi fallopiani.

La funzione primaria dei seni è quella di produrre latte per nutrire un bambino. Sono fatti di ghiandole mammarie e tessuti grassi. La zona più scura del volto del seno è chiamata l’areola ed è costituita dal capezzolo e dalle ghiandole di Montgomery. I seni subiscono la maggior parte dei cambiamenti nella dimensione e nello sviluppo durante la pubertà e la gravidanza.

ovaie

Tube di Falloppio

seni