Integratori per ridurre l’estrogeno

Vitex

La dominanza dell’estrogeno è un disturbo sanitario con un significato crescente negli ultimi anni a causa degli estrogeni sintetici che si trovano in una varietà di prodotti quali pesticidi, plastica e carni iniettate di ormoni e latticini. Secondo William Wong, un medico naturopatico con sede a Texas, il sovraccarico estrogeno può influenzare i processi sessuali nelle donne e negli uomini, che possono aumentare l’incidenza di disturbi come i fibromi uterini, le cisti ovariche, l’endometriosi e il basso numero di spermatozoi. Gli integratori naturali possono contribuire a ridurre i livelli di estrogeni e dovrebbero essere discussi con un medico qualificato.

Maca

Vitex è un’erba nota per la sua capacità di bilanciare gli ormoni femminili. Il mantenimento di un sano rapporto di progesterone con l’estrogeno è importante per la funzione riproduttiva femminile, e vitex agisce per regolare i livelli, che possono supportare la fertilità e la mestruazione, secondo “The Herb Companion”. Per esempio, vitex è noto per trattare con successo la sindrome premenstruale, che può essere causata dalla sovrabbondanza di estrogeni. La dose raccomandata di vitex è di 20 gocce di tintura, prese tre volte al giorno. I risultati possono essere osservati già da 10 giorni dopo l’inizio del trattamento, ma è consigliabile prendersi l’erba per un massimo di sei mesi, in base a Holistic Online.

Calcio Glucarato

Maca è un erba nativo del Perù che riduce l’estrogeno e aumenta la fertilità per le donne e gli uomini, secondo “The Herb Companion”. L’erba è un adattogeno, il che significa che corregge gli squilibri e tonifica il sistema ormonale del corpo. La dose raccomandata per il maca è di 500 a 1.000 mg, prese tre volte al giorno.

Il glucarato di calcio è un composto chelato che combina calcio e acido glucarico, secondo il Memorial Center Sloan-Kettering Cancer. L’acido glufolico migliora il tasso di escrezione dell’estrogeno dal corpo. L’acido glufolico può essere assunto come integratore ed è anche un fitochemico trovato in frutta e verdura come mele, broccoli, cavolini di Bruxelles e pompelmo.