Prove e diagnosi per il dolore alla schiena

Dolore discogeno e facetogenico

Quando il dolore alle spalle persiste ed è meccanico (dolore con movimento), può essere utile separare la causa del dolore in discogene e facetogenici.

MRI

Il dolore discogeno tende a peggiorare con la seduta e migliorare con la permanenza o sdraiarsi. Il dolore facetogeno è il contrario. Si migliora con la seduta e peggiora in piedi o sdraiati.

Iniezione diagnostica

Se il pattern del dolore di un paziente è coerente con un’origine discogena o facetogenica, può essere utile per il paziente sottoporre uno strumento di diagnostica per immagini, ad esempio la risonanza magnetica (MRI).

Scansioni dell’osso

La MRI è il miglior test da utilizzare quando si cerca la causa del dolore alla schiena. È il più sensibile e può occasionalmente identificare l’infiammazione dei giunti del viso o un’ernazione del disco. Se il dolore non è meccanico e si verifica dolore se il paziente è in movimento, l’assunzione di una RM delle cavità addominali o pelviche può rivelare un’origine non spinale del dolore alla schiena.

Ulteriori test sono effettuati utilizzando l’iniezione diagnostica. Se si sospetta un dolore facetogenico e una RM presenta un comune legame infiammato, la diagnosi può essere fatta più definita facendo un blocco di fessura mediana del giunto facciale. Anestetizzando il nervo alla capsula dell’articolazione, la riduzione del dolore è una prova più evidente che il dolore nasce dal giunto di sfaccettatura.

Allo stesso modo, per i pazienti con dolore discogeno, un’iniezione può essere usata per identificare un disco come generatore di dolore. In questa impostazione, il fluido viene iniettato nello spazio del disco per vedere se duplicerà il dolore. Dopo l’iniezione può essere iniettato un anestetico per alleviare il dolore.

Occasionalmente, le scansioni ossee vengono utilizzate per cercare un’aumentata attività metabolica sia nell’articolazione facciale o nello spazio del disco. Questo può servire da indicatore di infiammazione e aiutare a identificare un generatore di dolore. Questo test può anche identificare una frattura dello stress di un corpo vertebrale, che potrebbe anche essere la causa del dolore.

Se c’è un dolore associato alla gamba, il dolore nella gamba può indicare un problema con una radice nervosa di una specifica vertebra lombare (bassa schiena). Una scansione ossea può essere utile per localizzare il segmento della colonna vertebrale che sta generando il dolore.