Integratori per la salute del fegato

Cardo mariano

Il fegato, il più grande organo interno, svolge molte funzioni vitali, tra cui il ritiro del corpo di sostanze chimiche nocive, l’aiuto alla digestione e la produzione di proteine ​​importanti. Un certo numero di condizioni possono danneggiare la salute del fegato e interferire con la sua capacità di svolgere questi importanti compiti: la cirrosi, l’epatite e il cancro sono solo alcuni esempi. Diversi integratori naturali potrebbero migliorare la funzionalità epatica e servire come complemento al trattamento convenzionale. Non utilizzare integratori, erbe o altri trattamenti senza consultare il medico.

Schizandra Bacche

Il cardo latte è tra i più noti trattamenti a base di erbe per la salute del fegato, con benefici ben documentati nella ricerca occidentale. L’esperto di medicina integrativa Dr. Andrew Weil spiega che il cardo latte aiuta a proteggere il fegato dalle tossine e aumenta la capacità di rigenerare le cellule sane. Raccomanda di usare questa erba se ha epatite e altri problemi epatici. Il Centro medico dell’Università di Maryland aggiunge che il cardo latte potrebbe funzionare meglio per le persone con forme di fegato meno avanzate e avvisa che potrebbe causare dolorosi disturbi digestivi quando si inizia a prenderla.

Funghi cinesi

Le bacche dello stabilimento di schizandra hanno una lunga storia di utilizzo per la salute del fegato nella medicina tradizionale cinese. Weil fa riferimento ai pazienti dell’epatite C che hanno invertito la loro condizione utilizzando questo supplemento naturale in combinazione con il cardo del latte. L’epatite C può essere una condizione molto grave, se si desidera perseguire un regime di trattamento naturale, farlo con un professionista sanitario ben avveduto in medicina alternativa. Lo stesso vale per altri problemi epatici.

Liquirizia

La medicina tradizionale cinese impiega funghi per molti problemi sanitari, alcuni in particolare per problemi di fegato generale. Una revisione UMMC degli studi nella zona indica che i funghi tradizionali che rafforzano i funghi reishi e cordyceps potrebbero beneficiare di condizioni come l’epatite e la cirrosi.

Stesso

L’UMMC nota inoltre che la liquirizia potrebbe aiutare con condizioni epatiche come cirrosi e epatite. Questa erba ha anche una lunga storia di utilizzo nei sistemi della medicina tradizionale per affrontare la salute del fegato. Evitare la liquirizia se si dispone di una pressione sanguigna elevata, prende medicinali che diluiscono il sangue, steroidi, digossina o diuretici o se siete in gravidanza o in infermieri.

L’antiossidante S-adenosil-L-metionina, o SAM-e, svolge un ruolo importante nella funzione epatica. Se hai una malattia epatica, probabilmente hai livelli bassi SAM-e, che compromettono la capacità del fegato di trattare le tossine. La ricerca indica che l’integrazione con questo antiossidante potrebbe aiutare con la malattia del fegato, ma, a partire dal 2010, gli studi sono stati troppo piccoli per trarre conclusioni definitive.