Sintomi da bere batteri coliformi in acqua

Diarrea

I batteri coliformi sono membri della famiglia degli enterobatteri, un gruppo di agenti patogeni che causano generalmente disturbi gastrointestinali. Le infezioni coliformi di solito derivano dall’ingestione di cibo contaminato o di acqua. I principali batteri coliformi includono shigella, che provoca dissenteria, alcuni treni di Escherichia coli (chiamati E. coli), che possono causare infezioni del tratto urinario e diarrea e salmonella che provoca diarrea e vomito.

Gastroenterite

Il risultato più comune di un’infezione batterica coliforme è la diarrea. I batteri shigella possono causare disfunzione, caratterizzati da una notevole diarrea sanguinosa. I batteri E. coli, strettamente correlati, sono generalmente neutrali o addirittura vantaggiosi, ma alcuni ceppi sono patogeni e possono causare diarrea. Anche se la maggior parte dei casi di infezione da E. coli provoca lievi sintomi simili ad avvelenamento da cibo, E. coli può dare origine a sindrome da uremia emolitica, malattia simile alla dissenteria e potenzialmente pericolosa per la vita. Sia la shigella che l’E. coli patogeni possono essere contratti dall’acqua contaminata o da mangiare cibo che contiene una grande quantità di acqua contaminata o è stata lavata in acqua contaminata. La maggior parte dei casi di shigella di diarrea e E. coli si risolve da solo dopo un breve periodo, quindi gli antibiotici riservati a casi gravi.

Tifo

Il vomito, il dolore addominale, la febbre e la diarrea sono tutti sintomi di gastroenterite — comunemente indicati come “avvelenamento alimentare” — e possono essere causati sia da mangiare o bere batteri coliformi, in particolare i ceppi di salmonella. Prodotti di carne o di pollame sono cause comuni di avvelenamento alimentare causato dalla salmonella negli Stati Uniti, ma la salmonella può essere contratta anche dall’acqua contaminata – un problema importante in altre parti del mondo. Poiché la gastroenterite dura generalmente solo da due a tre giorni, gli antibiotici sono poco utilizzati, ma possono essere prescritti se risultano complicanze o se il paziente è già malato o il suo sistema immunitario è altrimenti compromesso.

Infezioni del tratto urinario

Anche se rara nei paesi sviluppati, la febbre tifo causata dai batteri salmonella typhi rimane un problema serio nel mondo in via di sviluppo. La febbre tifoide è una malattia sistemica caratterizzata da sintomi influenzali: mal di testa, tenerezza addominale, tosse secca, perdita di appetito e febbre. I tifosi spesso presentano un rash di punti rossi sollevati, generalmente sulla parte anteriore del petto, che svaniscono dopo tre o quattro giorni. Se lasciato non trattato, la febbre tifoide è fatale in circa il 20% dei casi. Come le altre malattie causate dai batteri coliformi, la febbre tifo è contratta da mangiare o bere cibo contaminato o acqua. Un vaccino contro la malattia offre un elevato livello di protezione e dura circa tre anni; è incoraggiato a chiunque viaggiano nei paesi in via di sviluppo con elevati livelli di febbre tifoide, soprattutto se intendono viaggiare in zone con scarsa igienizzazione.

Le infezioni del tratto urinario (UTI) possono essere causate da ceppi patogeni di E. coli e di klebselia, un simile batteri coliformi. Come per le malattie della diarrea, le UTI possono essere causate dall’acqua contaminata, anche se sono più spesso causate dal contatto diretto con i batteri. Le UTI riguardano prevalentemente le donne e sono particolarmente comuni nelle donne in gravidanza, a causa dei cambiamenti ormonali e della pressione fisica sul tratto urinario. Gli UTI sono generalmente trattati con antibiotici, anche se il numero di ceppi antibiotici resistenti di E. coli sta crescendo.