Sintomi dopo l’isterectomia postmenopausa

osteoporosi

Dopo avere un’isterectomia postmenopausa, la maggior parte delle donne presenta alcuni sintomi. Una isterectomia è la rimozione chirurgica dell’utero di una donna. Un medico può eseguire un’isterectomia a causa di malattia, dolore cronico o prolasso uterino, che è la protrusione dell’utero attraverso la vagina. Negli Stati Uniti, circa il 33 per cento delle donne subiscono un’isterectomia all’età di 60 anni, secondo le informazioni del 2010 degli Istituti Nazionali di Salute. La menopausa è un fenomeno naturale nella vita di una donna durante la quale le ovaie smettono di produrre ormoni sessuali e mestruazioni.

Sintomi emotivi

L’osteoporosi è una malattia che causa le ossa a diventare fragili e più inclini alla rottura. Quasi 25 milioni di donne in postmenopausa hanno l’osteoporosi, secondo la “guida della donna all’isterectomia” pubblicata nel 2002. La significativa diminuzione dell’estrogeno che accompagna un’isterectomia in postmenopausa può causare l’osteoporosi: un polso rotto è spesso il primo segno della malattia. Durante gli anni postmenopausi, circa il 40 per cento delle donne avverte almeno una ossa rotta legata all’osteoporosi, osserva “La Guida Donna all’isterectomia”.

Low Sex Drive

Alcune donne sperimentano una forte risposta emotiva ad una isterectomia postmenopausa. Questo non è raro. Può essere dovuto a uno squilibrio ormonale o, a seconda dell’età di un paziente, sentimenti di perdita connessi alla fine degli anni di gravidanza. Anche se alcune donne si sentono meglio settimane dopo l’intervento chirurgico, altre donne diventano depresse e possono richiedere consulenza psicologica o terapia ormonale sostitutiva. Altre donne possono provare sensazioni di sollievo grazie alla cessazione del dolore o di altri sintomi.

Dopo un’isterectomia postmenopausa, una donna può verificarsi una diminuzione del suo sesso. Nel numero di marzo 2010 di “Sessualità e disabilità”, il dottor Güliz Onat Bayram riferisce che questo può essere dovuto a dispareunia oa rapporti sessuali dolorosi, secchezza vaginale e libido basso. Ogni donna reagisce in modo diverso. Infatti, alcune donne possono godere di avere più sesso dopo l’intervento chirurgico, grazie alla riduzione del dolore o del sanguinamento. La terapia sostitutiva dell’ormone e l’uso di lubrificanti vaginali possono contribuire ad aumentare il piacere sessuale.