Effetti collaterali di sovradosaggio con lisinopril

Panoramica

Lisinopril è normalmente prescritto per ipertensione o durante un attacco di cuore per aiutare a rilassare i vasi sanguigni e ridurre la pressione sanguigna. La dose può iniziare da 5mg a 20mg al giorno, con qualsiasi somma superiore alla dose prescritta considerata un sovradosaggio. Anche se il sovradosaggio è normalmente abbastanza ben tollerato, i sovradosaggi acuti, quelli che coinvolgono bambini o overdose per un lungo periodo di tempo potrebbero avere significativi effetti collaterali negativi.

Effetti collaterali immediati

L’effetto collaterale immediato più comune da sovradosaggio sul lisinopril è un calo della pressione sanguigna, che può causare svenimenti, vertigini o debolezza estrema. Il personale di Mayo Clinic afferma che c’è più pericolo degli effetti secondari della caduta della pressione a seconda di quello che il paziente stava facendo al momento della caduta della pressione sanguigna di un danno interno al paziente. Le lesioni derivanti dalla caduta o dalla perdita di controllo durante la manipolazione di macchinari, ad esempio, potrebbero essere pericolosi per la vita al paziente oa coloro che potrebbero essere influenzati da macchinari o veicoli non controllati.

Effetti collaterali overdose cronici

Il sovradosaggio per un lungo periodo di tempo potrebbe causare danni agli organi interni dovuti alla perdita di ossigeno, normalmente portata nel cervello, nel cuore e nei principali organi attraverso il flusso sanguigno. L’insufficienza renale è possibile a causa della deprivazione dell’ossigeno, come altra insufficienza organica. Il personale di Mayo Clinic afferma che un simile evento è improbabile a meno che il paziente non riceva alcuna assistenza medica.

Gli effetti collaterali diminuiscono con il tempo

Una relazione del Emergency Medical Journal dell’agosto 2006 afferma che la caduta primaria della pressione sanguigna avviene immediatamente dopo il sovradosaggio del lisinopril e ha un effetto riducente nel tempo, specialmente se vengono somministrati liquidi per ridurre l’impatto. L’Ufficio Informazioni Scozzesi di Poison, infermeria Reale di Edimburgo, ha seguito 33 casi di sovradosaggio dal 2000 al 2005 con somme di sovradosaggio da sette a 42 volte la dose raccomandata ingerita. La conclusione dello studio è che se i sforzi di bassa pressione sanguigna non avessero verificato entro sei ore dall’inizio, il paziente poteva essere liberato senza effetti negativi.

Reazioni allergiche

La reazione allergica, che chiunque ingerisca lisinopril potrebbe sperimentare, tenderà ad essere più pronunciata se la quantità del farmaco è superiore alla dose raccomandata. Se una persona soffre di gonfiore del viso, problemi di respirazione, orticaria, battito cardiaco irregolare o mal di stomaco estremo, avrà bisogno di un trattamento medico immediato. Il vomito può anche indicare una reazione allergica ed è causa di un consulto medico.