Sintomi di diminuzione della funzionalità epatica

itterizia

L’infiammazione, l’infezione o il danno causato da tossine o da altre modifiche fisiche o chimiche possono danneggiare il fegato e comprometterne il normale funzionamento. Poiché il fegato è responsabile di tante funzioni del corpo umano – incluso il filtraggio del sangue, il trattamento del colesterolo, la metabolizzazione delle tossine e l’aiuto alla digestione – gli effetti della diminuzione della funzionalità epatica possono essere diffusi. Se si verifica uno di questi sintomi, contattare un medico curante.

colestasi

L’ittero è una condizione causata da eccessive quantità di bilirubina (un prodotto di scarto pigmentato di vecchi globuli rossi) nel flusso sanguigno. I sintomi principali di ittero sono una pigmentazione gialla anormale della pelle e dei bianchi degli occhi. Secondo l’Università del Maryland Medical Center (UMMC), l’ittero è spesso il primo e unico segno della malattia epatica.

Sintomi addominali

La colestasi è una condizione che si verifica quando il flusso della bile (il liquido digestivo prodotto dal fegato) si ferma a causa di un blocco all’interno o all’esterno del fegato. Secondo UMMC, i sintomi della colestasi includono l’ittero, l’urina scura, lo sgabello pallido, il sanguinamento facile, prurito, brividi, liquidi nella cavità addominale, l’emergere di vasi sanguigni simili alla spugna sulla pelle, una milza ingrossata e la cistifellea e la perdita di ossa.

Sintomi di Encefalopatia Fegato

La diminuzione della funzione epatica può causare una serie di complicanze che influenzano l’addome. Un fegato malato può diventare ingrandito, portando ad una sensazione generalizzata di disagio addominale o “sensazione piena”. Il fegato può anche sviluppare problemi vascolari che influenzano il flusso sanguigno, portando ad una condizione chiamata ipertensione portale – alta pressione sanguigna nella vena portale che porta il sangue dall’intestino al fegato. I sintomi dell’ipertensione portale comprendono ascites (accumulo di liquidi nell’addome), sanguinamento gastrointestinale e sgabelli neri e grigi. L’ipertensione del portale può forzare il fegato a sviluppare vasi collaterali (varici) per reindirizzare il sangue. Queste varici sono spesso deboli e possono sanguinare facilmente e poiché il sangue supera il fegato, non viene filtrato correttamente.

Insufficienza epatica

Quando il fegato non riesce a filtrare normalmente il sangue e rimuove sostanze nocive dal flusso sanguigno, le tossine possono accumulare e viaggiare nel cervello, portando ad una condizione chiamata encefalopatia epatica. I sintomi di encefalopatia epatica includono confusione, alterazione della coscienza, cambiamenti nella funzione cognitiva (pensiero, decisione, memoria), alterazioni dell’umore, alterazione del giudizio, disorientamento, discorsi e movimenti, sonnolenza e coma. Questa condizione può essere pericolosa per la vita, in modo da richiedere assistenza medica immediata se uno di questi sintomi si sviluppa.

L’insufficienza epatica si verifica quando un gran numero di cellule epatiche sono danneggiate e non sono più in grado di funzionare affatto. Secondo la Mayo Clinic, l’insufficienza epatica può venire improvvisamente, ma più comunemente si verifica dopo anni di progressiva diminuzione del funzionamento. I sintomi comuni includono nausea, vomito, affaticamento, debolezza, perdita di appetito, sanguinamento facile, pienezza addominale o tenerezza, sintomi cerebrali come quelli associati a encefalopatia epatica e ittero. L’insufficienza epatica è un’emergenza medica, quindi se si verifica uno di questi sintomi, richiedere assistenza medica immediata.