Test e diagnosi per l’asma

Qual è il mio fornitore di assistenza sanitaria chiedere la mia storia medica?

Il tuo medico può chiedere la tua storia e se qualcuno della tua famiglia ha asma, allergie o eczemi. Il tuo medico curante ti chiede dettagli sui sintomi del tuo asma e quando e quanto spesso si verificano. Lui o lei probabilmente chiederà di altre condizioni di salute che possono coesistere con e influenzare l’asma, come se si hanno infezioni sinusali, allergie stagionali, malattia da reflusso, stress psicologico, apnea del sonno, depressione, ansia o obesità.

Che cosa succede se ho solo una tosse?

A volte la tosse è l’unico sintomo per l’asma. Ciò può essere dovuto all’asma della variante di tosse, che produce tosse e reazioni di iperreattività. A volte la tosse cronica può essere dovuta a condizioni diverse dall’asma, come una tosse da gocciolamento postnasale, sinusite croniche, reflusso, disfunzione del cavo vocale o bronchite allergica.

Che cosa succede se sono un fumatore corrente o ex?

Il tuo medico può chiedere se sei un fumatore corrente o anziano. L’asma e la malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD) possono coesistere e sovrapporsi (sindrome di sovrapposizione dell’asma-COPD). Gli individui con sindrome di sovrapposizione con l’asma-BPCO hanno risultati peggiori che da solo l’asma o la BPCO, quindi il medico potrebbe cercare di distinguere tra i due.

Cosa cercherà il mio fornitore di assistenza sanitaria per un esame fisico?

Il vostro medico curante ascolterà il tuo respiro con uno stetoscopio. Lui o lei ascolterà il respiro affannoso o altri suoni polmonari anomali e controllare il naso che cola, i passaggi nasali gonfiati, la congiuntivite allergica e l’eczema.

Ci sono test per l’asma?

Molti fornitori di assistenza sanitaria possono diagnosticare l’asma basandosi solo sulla storia medica e l’esame fisico. Il tuo medico può prendere in considerazione l’ordine di un test di funzione polmonare, come la spirometria, che controlla il funzionamento dei polmoni. Il test misura quanta aria si può respirare e uscire e quanto velocemente puoi soffiare l’aria. I test di funzionalità polmonare possono aiutare a diagnosticare l’asma e determinare la gravità. I test di funzionalità polmonare di follow-up dopo il trattamento possono aiutare i medici a determinare se i regimi di trattamento stanno funzionando. Altri test che il vostro medico curante potrebbe ordinare includono test di allergia per vedere se gli allergeni li interessano e potrebbero innescare l’asma, test per cercare condizioni coesistenti come reflusso, disfunzione del cavo vocale o apnea del sonno. A volte i fornitori di servizi sanitari ordina i raggi X del torace.

La diagnosi di asma nei bambini può essere difficile per molte ragioni. In primo luogo, molti bambini con asma sviluppano i sintomi prima dell’età di 5 anni, ma può essere difficile differenziare l’asma da malattie virali che innescano un sibilo, come bronchioliti, raffreddori o altre infezioni polmonari. Un bambino può avere più probabilità di sospensione perché le sue vie respiratorie sono più piccole. È anche più difficile diagnosticare l’asma nei bambini piccoli perché sono troppo giovani per cooperare con i test di funzionalità polmonare.

Come si diagnostica l’asma nei bambini?