I migliori antiossidanti per la pelle

Panoramica

Il processo naturale di ossidazione del corpo crea “radicali liberi”. Quando invecchiate queste molecole danneggiano e, a volte, uccidono le cellule prendendo gli elettroni da loro, che modifica le strutture e le funzioni delle cellule. Gli antiossidanti combattono i danni cellulari dando elettroni liberi di radicali. Mentre è possibile prendere integratori o utilizzare prodotti topici che contengono antiossidanti, la fonte migliore è dieta. Il Centro Nazionale per la Medicina Complementare e Alternativa sollecita cautela nell’uso di antiossidanti sintetici. Ulteriori studi devono essere effettuati sulla loro efficacia e consumare quantità eccessive di antiossidanti possono essere effettivamente dannose.

Beta-Carotene e Vitamina A

Una volta nel corpo, il beta-carotene si converte in vitamina A, che è necessario mantenere le membrane di muco e la pelle sana. L’Università di Maryland Medical Center considera beta-carotene una fonte sicura di vitamina A, in quanto il corpo smetterà di trasformare beta-carotene da solo quando non ha bisogno di più vitamina A. La vitamina A in forma supplementare può portare a negativi Conseguenze poiché il vostro corpo può ricevere più della vitamina di quanto non possa gestire in modo sicuro. Giallo e arancio frutta e verdura, come carote, cantalupo e squash, sono buone fonti dietetiche di beta-carotene. Secondo il sito web dell’Università del Michigan Health System, il beta-carotene proveniente da queste fonti naturali è più efficace nel proteggere la pelle, in particolare dalle scottature. I dermatologi prescrivono derivati ​​topici di vitamina A chiamati retinoidi per il trattamento dell’acne. Possono anche essere utili nel trattamento di cute prematuramente invecchiate e danneggiate dal sole. Uno studio pubblicato sul “Journal of Dermatology Investigative” di ricercatori dell’Università del Michigan ha concluso che la vitamina A stimola la produzione di collagene e riduce le metalloproteinasi della matrice causate dall’invecchiamento naturale e dai danni al sole. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per confermare la sicurezza e l’effetto della vitamina A e della beta-carotene sulla pelle.

Selenio

Il selenio, un minerale e un antiossidante che funziona meglio se combinato con la vitamina E, si trova ad alto livello in noci di Brasile, fegato, germe di grano, molluschi, tonno e lievito di birra. Prestare attenzione quando prendi gli integratori di selenio: l’Università di Maryland Medical Center avverte che può aumentare il rischio di sviluppare il diabete. Il selenio è disponibile come trattamento topico che può proteggere la pelle dai danni al sole e dalle rughe. Una forma, il solfuro di selenio, viene in forma di lozione o crema. Il suo uso primario è nel trattamento di tinea versicolor, un fungo che colpisce la pelle. In forma di shampoo, il selenio combatte la forfora e la dermatite seborroica – una condizione che causa la fecondazione della pelle e diventa squamoso in aree oleose.

Vitamina C

La vitamina C, una vitamina C, una vitamina in acqua, è necessaria per produrre collagene e riparare i tessuti cutanei. Questo è potenzialmente utile in quanto la diminuzione della produzione di collagene è legata alla pelle invecchiata. La mancanza di vitamina C provoca una pelle secca, ruvida e facilmente lividuta. È possibile prendere integratori di vitamina C o mangiare mirtilli, pomodori, fragole, arance, ananas, mirtilli rossi, patate o broccoli. Uno studio pubblicato sul giornale dell’Accademia Americana del giornalismo dei ricercatori del Medical Center di Duke University ha concluso che la vitamina topica C ha fornito protezione da foto. Era particolarmente efficace se combinato con la vitamina E.